il network

Domenica 15 Settembre 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


CASALMAGGIORE

Perse la gamba sul lavoro, cinque condanne e una assoluzione

Vittima Abdelaziz Essahouli, 42enne di Casalmaggiore che il 9 settembre 2010 rimase coinvolto nel grave incidente mentre lavorava nello stabilimento Eridania di Trecasali

Perse la gamba sul lavoro, cinque condanne e una assoluzione

Lo stabilimento Eridania di San Quirico di Trecasali in provincia di Parma

CASALMAGGIORE – Cinque condanne e un’assoluzione. Si è chiuso mercoledì mattina presso il tribunale di Parma il processo penale che vedeva vittima e parte lesa Abdelaziz Essahouli, marocchino 42enne residente a Casalmaggiore che il 9 settembre 2010 perse la gamba destra e si procurò lesioni gravi a quella sinistra mentre era al lavoro sulla macchina della dissoluzione dello zucchero nello stabilimento dell'Eridania Sadam di San Quirico di Trecasali (Parma). 

Sul banco degli imputati vi erano Piero Tamburini, (unico assolto) legale rappresentante di Eridania, Carmine Aurilio, direttore dello stabilimento parmense, Roberto Tommaso, vicedirettore, Ettore Baroni, responsabile dell’area manutenzione e Abdellah Najem, residente a Casalmaggiore — difeso dall’avvocato Paolo Federico Novellini, e amministratore della cooperativa di facchinaggio CM Group di Viadana (oggi in liquidazione) di cui Essahouli – difeso dall’avvocato Ornella Novellini - era dipendente. Condannata anche la società Eridania. 

Leggi di più su La Provincia in edicola giovedì 7 novembre 

07 Novembre 2013