Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

SANITA' DEL TERRITORIO

Ospedale, è derby Cremona-Mantova

Una sola struttura potrà diventare «Dea». Interrogazione del M5S. La Regione: nulla è deciso

Mauro Cabrini

Email:

mcabrini@laprovinciacr.it

21 Maggio 2022 - 05:30

Ospedale, è derby Cremona-Mantova

La vicepresidente Moratti e l'area del nuovo Ospedale

CREMONA - Il dubbio, e non è un dubbio da poco, è sorto dopo la visita di presidente e vicepresidente della Regione, Attilio Fontana e Letizia Moratti, all’ospedale di Mantova, dove hanno inaugurato due nuove apparecchiature per la radiologia del Poma — una Tac Spect da 540 mila euro e una risonanza magnetica 3Tesla da 1,5 milioni di euro per la diagnostica avanzata — annunciando anche interventi di riqualificazione complessiva da oltre un milione di euro.

Investimenti che, nel momento in cui si sta ridisegnando la sanità locale anche sul fronte strutturale, con Cremona e Mantova in corsa spalla a spalla per ottenere il Dea (Dipartimento emergenza e accettazione) di secondo livello, rilanciano un interrogativo preciso: non sarà che alla fine il Poma ha più possibilità di vedersi assegnato il Dea di II livello, anticipando così Cremona che collega quel riconoscimento alla realizzazione del nuovo ospedale con tempi non inferiori a cinque, sei anni? E se così fosse, non sarà a rischio la costruzione stessa del nuovo Maggiore?

moratti

I titoli dei quotidiani La Provincia di Cremona e Gazzetta di Mantova sulle dichiarazioni della Moratti

INTERROGAZIONE DEL M5S

Il tema, almeno in una prospettiva che comunque contrasta con tutte le garanzie ufficiali sin qui rilasciate, esiste. E lo cavalca non a caso, politicamente, il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Marco Degli Angeli.

«Mi auguro che la sanità cremonese non venga depotenziata a favore di altri poli sanitari — è la premessa — e per questo chiedo che Fontana e Moratti facciano chiarezza. Il nuovo ospedale di Cremona sarà adeguatamente strutturato per essere sede Dea di secondo livello, oppure rimarrà un ospedale minore che costringerà i cremonesi ad una migrazione verso poli sanitari più attrezzati?».

Ha depositato un’interrogazione all’assessore al Welfare, Degli Angeli: domanda aperta, in attesa di risposta.
«Nella narrazione di Regione Lombardia —ripercorre le tappe, Degli Angeli — qualcosa non torna: in una primo momento, il 15 dicembre 2021, l’assessore Moratti ha dichiarato che il futuro ospedale di Cremona sarà sede Dea di II livello. E lo scorso 18 maggio, lo stesso assessore, assieme al suo presidente Fontana, ha poi dichiarato che l’ospedale di Mantova, ultimato a stretto giro il Poas, sarà sede Dea di II livello. Sembra quasi che sia sufficiente ospitare qualche ora il presidente e la vicepresidente tra le mura del proprio ospedale per ottenere riconoscimenti immediati e vedersi garantito un futuro brillante. A parole, però. Basti infatti vedere che fine hanno fatto le promesse di Fontana sull’ex tribunale di Crema sede di una casa di comunità. Ovviamente, la sede non sarà lì...».

Il ragionamento, e con il ragionamento le perplessità, al di la delle sfumature politiche regge. Nel senso che il territorio del Sud Lombardia, finora senza alcuna struttura Dea, si ritroverebbe ad averne due. Condizionale d’obbligo perché la normativa che regola la concessione della struttura ospedaliera sede di Dea di II livello prevede come condizione determinante che ogni sede serva un bacino di utenza compreso tra i 600.000 e il milione e 200.000 abitanti, escludendo di fatto l’opzione doppia di Cremona e Mantova.

«Spero di essere smentito e per questo motivo — aggiunge il consigliere pentastellato — ho chiesto alla giunta lombarda quale sia, ad oggi, la sua posizione rispetto alla possibilità che Cremona ottenga un Dea di II livello e soprattutto se intenda costituirne due. Ma se la futura struttura di Cremona non sarà Dea di II livello, mi chiedo con quali obiettivi strategici e sanitari se ne stia delineando la costruzione».

LA RISPOSTA DELL'UFFICIO STAMPA DELLA MORATTI

Interpellata attraverso il suo ufficio stampa su dubbi e possibili prospettive delineati da Degli Angeli, e sulle nubi che ne conseguono, l’assessore Moratti ha affidato la sua risposta ad una nota della Direzione Welfare di Regione Lombardia. Prima la descrizione dello scenario complessivo: «La pandemia Covid 19 ha imposto di rivisitare e ripensare complessivamente tutte le reti sanitarie — si inquadra la situazione —. È pertanto in corso la valutazione dei Piani Organizzativi Aziendali Strategici (Poas) e solo a seguito della loro approvazione si giungerà alla valutazione anche della rete di emergenza-urgenza e quindi ai Dea di I e di II livello».

E poi il nocciolo della questione, con il percorso che attende Mantova e Cremona.

Quanto servirà al Poma per avere la specialistica in Neurochirurgia? E quanto a Cremona per costruire il nuovo ospedale?

Per Mantova, «costituisce un elemento indispensabile, ai fini dell’assegnazione del Dea di II livello, l’autorizzazione della specialistica di Neurochirurgia» mette nero su bianco la Direzione regionale Welfare.

Per Cremona, «un elemento fondamentale, sempre per la valutazione di Dea di II livello, sarà la progettazione del nuovo ospedale, che conterrà i servizi e le specialità in grado di concorrere all’assegnazione del Dea di II livello al presidio».

E così, se possibile, anche solo considerando le tempistiche, la strada sembra complicarsi ancora di più: quanto servirà al Poma per avere la specialistica in Neurochirurgia? E quanto a Cremona per costruire il nuovo ospedale? La risposta appare semplice. E almeno per ora, nel derby della sanità mostra, plasticamente, Mantova in vantaggio.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • il_chiodo

    21 Maggio 2022 - 10:35

    Ci si riempie la bocca con DEA e contro DEA...ma un ospedale che funzioni senza titoloni non é piú possibile? E ristrutturare l'esistente senza abbatterlo é davvero cosí diffificile? ( 300 milioni per fare un ospedale piú piccolo quando c'è n'é giá uno che basterebbe migliorare?)E io pago!!

    Report

    Rispondi