Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CORONAVIRUS. LA SCUOLA

Da lunedì 44.259 studenti in aula: priorità alla sicurezza

Si ricomincia all'insegna della voglia di normalità

Nicola Arrigoni

Email:

narrigoni@laprovinciacr.it

09 Settembre 2021 - 10:16

Da lunedì 44.259 studenti in aula: priorità alla sicurezza

CREMONA - «Settembre andiamo, è tempo di migrare», scriveva il poeta riferendosi alla transumanza. Non di transumanza si tratta, ma piuttosto di una sorta di migrazione da casa a scuola, con zaini colorati, quaderni che sanno di buono, un po’ di timore, qualche lacrima per i più piccoli e l’amara consapevolezza che le vacanze sono definitivamente finite. Da lunedì si parte: tutti in classe, senza scuse e con la speranza — in tempi di pandemia — di restarci, di non ritrovarsi di nuovo inchiodati alla Dad.

I NUMERI
È un piccolo esercito di 44.259 scolari che lunedì prossimo tornerà sui banchi. Di questi 5.129 sono i bimbi dell’infanzia, 13.708 gli alunni delle scuole primarie. Sono 9.447 gli studenti delle medie e 15.975 i ragazzi che frequenteranno le superiori. I ragazzi diversamente abili sono 2.210 di cui 886 gravi e 1.324 non gravi. I bimbi certificati sono 144 all’infanzia, 871 alla primaria, 630 alle medie e 565 alle superiori. Nella scuola in cifre dell’anno scolastico 2021/2022 conta — secondo i dati forniti dall’Ufficio scolastico territoriale — sono 460 docenti all’infanzia cui si affiancano 73 maestre di sostegno. Alla primaria sono 1.129 le cattedre a cui si devono affiancare 420 posti di sostegno. Sono 756 i docenti alle medie cui vanno aggiunti 307 cattedre di sostegno. Alle superiori le cattedre sono 1.275, cui si affiancano 276 posti di sostegno che sono destinati a raddoppiare almeno con un contingente ad hoc. Completano gli organici delle superiori 106 posti di potenziamento. Dovrebbe inoltre arrivare anche l’organico Covid, ovvero le risorse per assumere docenti a tempo determinato, fino a quando durerà lo stato di emergenza sanitaria.

OLTRE L'EMERGENZA
Si lavora per immaginare un avvio il più normale possibile. E allora la prima campanella sarà all’insegna del controllo dei Green pass, attraverso la piattaforma ministeriale che dovrebbe essere attivata da lunedì e che eviterebbe il controllo con l’app del cellulare. Il distanziamento c’è dove possibile, ma i banchi sono distanziati, bisogna attendere ancora per il ritorno del compagno di banco. Il consiglio di tenere aperte le finestre. Mascherine d’ordinanza per tutti. Il clima appare più disteso: la campagna vaccinale che galoppa con i ragazzi a dare il buon esempio. Tutti a scuola, aule a carico pieno, anche laddove — e non sono pochi i casi — ci sono 28 studenti in aula. Rimane l’incognita dei trasporti che si dovrebbe risolvere con l’incontro di oggi fra Prefetto, Agenzia del trasporto pubblico locale e dirigenti scolastici.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400