il network

Lunedì 26 Agosto 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


CASALMAGGIORE

Il Torrione estense risorge

Illustrato il progetto esecutivo che sarà inviato alla presidenza del consiglio, rispettata la scadenza per non perdere il milione e mezzo di euro già assegnato dal governo Renzi

Il Torrione estense risorge

CASALMAGGIORE (9 maggio 2019) - È confermato: il quattrocentesco Torrione estense di via Vaghi tornerà a nuova vita con un intervento di risanamento conservativo da un milione e mezzo di euro. Prima però dovranno fisicamente arrivare i soldi da Roma e si dovrà fare una gara d’appalto a procedura aperta: dopodiché i lavori dureranno presumibilmente almeno un anno.

Il simbolo della rinascita sarà la riapertura del portone d’ingresso nella muraglia esterna. Tra gli obiettivi dell’operazione, un utilizzo versatile degli spazi interni. Niente destinazione museale dunque, come si era pensato in passato, ma sede di associazioni culturali e luogo per incontri, attività o esposizioni. La notizia nuova è che oggi stesso il progetto esecutivo che andava depositato entro il 15 maggio - pena la perdita del finanziamento ottenuto nel 2017 dal governo Renzi - sarà inoltrato alla presidenza del consiglio dei ministri. L’annuncio è stato dato ieri nella sala consiliare del municipio dal sindaco Filippo Bongiovanni insieme al vicesindaco e assessore ai Lavori pubblici Giovanni Leoni, all’assessore alla Cultura e alle Pari opportunità Pamela Carena, al capo dell’ufficio tecnico, l’ingegnere Enrico Rossi, all’architetto Fiorella Diana che ha progettato l’intervento insieme al professionista esterno incaricato, l’architetto Gabriele Pezzini di Sabbioneta.

[GUARDA IL VIDEO]

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

09 Maggio 2019