il network

Sabato 07 Dicembre 2019

Altre notizie da questa sezione


Viadana

Rogo alla macelleria equina, tre intossicati

L'incendio causato dallo scoppio di un compressore del frigorifero nell'esercizio commerciale di via Cavallotti, nel centro della città. Mobilitazione di 118, vigili del fuoco, carabinieri, polizia locale

VIADANA - E' stato lo scoppio di un compressore del frigorifero, nel tardo pomeriggio di mercoledì 12, ad innescare il grosso incendio nella macelleria equina di via Cavallotti nel centro di Viadana. Sul posto sono giunti due mezzi dei vigili del fuoco, l'ambulanza, i carabinieri e la polizia locale.

Il titolare dell'esercizio commerciale, Antonio Caleffi, ha tentato di spegnere le fiamme con un estintore, ma senza riuscirci. L'uomo, la moglie e un inquilino dell'abitazione che si trova sopra il negozio, sono rimasti intossicati dal fumo e per loro si è reso necessario l'intervento dei sanitari.

L'attività ha sede in uno dei palazzi più antichi di Viadana, di recente restaurato, dove ha sede anche lo studio del notaio Chizzini. 

Moltissime persone si sono radunate ad osservare le operazioni di soccorso.

 

12 Marzo 2014