Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMONA

Audizione speciale Si-Yo Music Society Foundation violino Stradivari Lam 1734

Sofia Manvati al violino sarà accompagnata al pianoforte da Giorgio Lazzari

Eventi & Appuntamenti

Email:

eventi@laprovinciacr.it

25 Gennaio 2022 - 12:15

Audizione speciale Si-Yo Music Society Foundation violino Stradivari Lam 1734

Auditorium Arvedi

Il Suono di Stradivari

Audizione speciale Si-Yo Music Society Foundation

con Sofia Manvati e Giorgio Lazzari

Domenica 30 gennaio, ore 12
Auditorium Giovanni Arvedi
Museo del Violino - Cremona

 

Sofia Manvati suonerà per noi il violino Antonio Stradivari Lam 1734

accompagnata al pianoforte da Giorgio Lazzari

 

La particolare attenzione ai giovani musicisti è prioritaria nelle azioni di Si Yo Music Society Foundation, raccordo tra interpreti emergenti e la comunità globale di appassionati di musica. L'organizzazione, con sede a New York, ospita inoltre il Si-Yo Fine Instrument Cultural and Educational CenterTM, deputato alla conservazione, catalogazione e utilizzo di importanti strumenti ad arco. Tra questi il violino Lam ex Scotland University 1734, temporaneamente affidato al Museo del Violino.

A differenza delle audizioni solistiche, solitamente ampie ricognizioni tra repertori ed epoche per apprezzare le qualità timbriche dello strumento alla prova di autori e stili, il breve concerto di domenica 30 gennaio vedrà Manvati e Lazzari impegnati in programma tardo romantico.

In Souvenir d'un lieu cher, Pëtr Il'ič Čajkovskij restituisce, con scrittura elegante e leggera, il ricordo di un sereno soggiorno a Brailov, ospite della mecenate Nadežda Filaretovna von Meck. Sentimenti di riconoscenza e di affetto ispirano i tre movimenti: uno Scherzo brillante tra due pagine liriche, Méditation e Mélodie.

Un vivido colorismo romantico irrora, invece, i tre Capricci di Paganini nella riscrittura, con pianoforte, di Karol Szymanowski. Se l’impronta virtuosistica dell’originale è pienamente conservata, la presenza del pianoforte conferisce al brano un carattere inedito, sostenuto da una filigrana armonica di minuto cesello, dove s’intuiscono ancora stilemi di Chopin e Liszt, nonché del primo Skrjabin.

 

posto unico Euro 8

biglietteria Museo del Violino  0372 080809

oppure acquista il tuo biglietto online

  

Sofia Manvati
Sofia Manvati, diplomata con 110, lode e menzione speciale, per il Triennio Accademico presso l’ISSM Claudio Monteverdi di Cremona, frequenta il primo anno di Biennio Accademico presso lo stesso Istituto con il M° Laura Gorna ed è allieva del M° Salvatore Accardo presso l’Accademia Walter Stauffer di Cremona. Segue inoltre i corsi di alto perfezionamento presso l’Accademia Chigiana di Siena con il Maestro Salvatore Accardo.

Ha vinto concorsi nazionali ed internazionali: il Concorso Nazionale Città di Giussano “Premio assoluto”; il Valsesia Musica International Competition Juniores sia per la sezione “Solisti” che per la sezione “Musica da Camera”; il primo premio al “IV London International Music Competition”; il primo premio al “Grand Prize Virtuoso” di Vienna per il quale si è esibita alla Glaserner Saal Musikverein; il primo premio assoluto al Concorso Internazionale “Melos” presso l’Istituto Pontificio di Musica Sacra a Roma e lo “Special Prize quale migliore interprete delle Quattro Stagioni di Vivaldi” al “Tibor Varga Junior Violin Competition” di Sion; il primo premio all’ “European Music Competition di Moncalieri” (To) sia nella sezione “Archi solisti” sia nella sezione “Violino e orchestra”; il primo premio al “4th International Music Competition Classic Artists on line” di Cremona. Il primo premio al concorso “Lombardia è Musica 2020” indetto dal Consiglio Regionale di Lombardia, cui hanno partecipato i migliori studenti dei conservatori lombardi.

Ha tenuto numerosi recital solistici e cameristici tra i quali con la pianista Maria Grazia Bellocchio; come solista con l’Eurasia Chamber Orchestra diretta dal Maestro David Geringas a Berlino. Ha partecipato ai concerti in occasione degli Omaggi a Cremona dell’Accademia Walter Stauffer presso il Teatro Ponchielli di Cremona. Suona nell’OCI (Orchestra da Camera Italiana) diretta dal Maestro Salvatore Accardo.

Ha partecipato al “Progetto Mozart” come solista, nel Concerto in La maggiore K 219, per l’integrale dei concerti per violino e orchestra di W.A. Mozart, in collaborazione con l’Accademia Walter Stauffer di Cremona e con l’Orchestra Ferruccio Busoni di Trieste. Progetto che ha visto la registrazione di un CD con etichetta “Suonare Records” e “Cidim Collection”.
Durante il periodo di Lockdown ha partecipato al Global Hope Festival a sostegno dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (WHO). Con “Eurythmia Quartet” ha registrato per la “Da Vinci Record Publishing” il “Quatuor pour la fin du temps” di O. Messiaen.

 

Giorgio Lazzari
Nato a Bergamo nel 2000, ha intrapreso lo studio del pianoforte con la Maestra Damiana Natali, successivamente ha proseguito gli studi presso l’ISSM Gaetano Donizetti di Bergamo, dove attualmente è iscritto alla terza annualità del triennio accademico sotto la guida della Prof.ssa Maria Grazia Bellocchio. Partecipa regolarmente a masterclass di pianoforte e musica da camera, in duo con la violinista Emilie Chigioni.

È stato selezionato per partecipare ai concerti organizzati dal Conservatorio di Bergamo in collaborazione con il “Festival pianistico internazionale di Brescia e Bergamo” negli anni 2017, 2018, 2019, collaborando rispettivamente, al “Progetto Beethoven” (esecuzione dell’integrale delle sonate di Beethoven) ai concerti intitolati “Il festival parla russo. Tchaikovsky, mon amour!” e “Musica velata, Schumann e Brahms” organizzati presso il ridotto del teatro Donizetti, Sala Piatti e l’auditorium Fellegara di Bergamo, e poi replicati a Milano. 

Si è aggiudicato inoltre riconoscimenti in numerosi concorsi pianistici nazionali e internazionali tra cui il primo premio assoluto al “Concorso pianistico città di Spoleto” e al “concorso J.S. Bach” (Sestri Levante), il primo premio al “Concorso Antonio Bartolini” (Milano), alla “European Music competition Città di Moncalieri”, all’ “Alessandria piano competition” e al “Concorso pianistico internazionale Città di Spoleto”. Nel marzo dello scorso anno è stato finalista della “Robert Schumann competition for young pianists” (Dusseldorf). Nell’aprile 2018 ha vinto il secondo premio al prestigioso “Concorso pianistico nazionale Marco Bramanti” di Forte dei Marmi.

L’interesse per il repertorio contemporaneo inoltre lo ha portato a collaborare con Stefano Gervasoni, frequentando una sua masterclass e avendo l’opportunità di lavorare sul terzo volume dei suoi “Près”, e Alessandro Solbiati, di cui ha eseguito una selezione dall’opera “Corde e Martelletti” per il Festival Trame Sonore. Ha preso parte al “Festival Milano Musica 2018”, incentrato sull’opera pianistica di G. Kurtag, partecipando a uno workshop con il compositore O. Cuendet.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400

Prossimi Eventi

Mediagallery

Prossimi EventiScopri tutti gli eventi