Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CALCIO. L'INTERVISTA

Cremonese in Serie A: il giovane Fagioli al settimo cielo

«Non essere davanti ci ha aiutato...». Il centrocampista: «Emozione indescrivibile. La scelta di venire a Cremona è stata perfetta, grazie a mister Pecchia che mi aveva già aiutato nella Juve»

Fabrizio Barbieri

Email:

fbarbieri@laprovinciacr.it

07 Maggio 2022 - 09:51

Cremonese in Serie A: il giovane Fagioli al settimo cielo

Nicolò Fagioli

COMO - Nicolò Faglioli è stravolto. Stravolto dalla felicità: «La nostra fortuna è forse stata quella che la promozione non era più nelle nostre mani... Avevamo meno pressione, sapevamo di dover giocare una grande partita e non mollare un centimetro. Poi ovviamente il risultato dagli altri campi ci ha fatto impazzire di gioia. Quel boato al gol del Perugia mi fa ancora venire i brividi. Siamo una squadra con tanti giovani e forse perdere un po’ di spensieratezza poteva farci male».

Emozioni?
«Tante, tutte incredibili. Ci siamo guadagnati una promozione al termine di un campionato difficile, sempre lottato dal primo all’ultimo minuto. Ci siamo guardati alla fine, abbiamo visto i tifosi impazzire di gioia ed è stato una follia».

Quando è arrivato a Cremona se lo aspettava?
«Sono stato alla Cremo da ragazzo, poi sono passati gli anni. Quando c’è stata l’opportunità di tornare l’ho fatto molto volentieri. Il fatto che ci fosse mister Pecchia è stato decisivo. Avevo lavorato con lui alla Juventus e avevo grande stima nei suoi confronti e anche lui credo che avesse fiducia in me. Alla fine siamo arrivati a guadagnarci un traguardo bello, ma che ci siamo meritati dall’inizio alla fine».

Per un giovane forse è ancora più bello.
«Nello spogliatoio c’era grande festa. Non c’è mai stata differenza in rosa. Tutti sono sempre stati sullo stesso piano e hanno giocato quelli più in forma. L’ultimo periodo non è stato semplice, ma siamo riusciti a portare a casa l’obiettivo. Adesso ci rilassiamo e ci godiamo questo traguardo meraviglioso».

Ha già sentito il suo amico Morata?
«Ho il telefono pieno di messaggi, sicuramente ci sarà...».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400