il network

Domenica 15 Dicembre 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


VOLLEY, SERIE A1 FEMMINILE

E' Più Pomì ko al tie break con Monza

Le rosa che pagano le giornate storte di Cuttino e Antonikevic e lasciano la vittoria a alla Saugella

E' Più Pomì Casalmaggiore - Saugella Monza

CREMONA (17 novembre 2019) - La dura legge del PalaRadi impone alla E’ Più Pomì Casalmaggiore il terzo tie break in altrettanti incontri casalinghi con l’aggravante che a Cremona è la Saugella Monza ad uscire con le braccia al cielo da un match apparentemente privo di senso che per quattro set premia chi merita meno. Casalmaggiore ha la colpa di non capitalizzare un primo set dominato in lungo in largo (Monza è stata in vantaggio solo per tre punti), ed un terzo set messo in discesa dal 12-6 e poi perso malamente. Il merito è quello di aver obbligato al tie break Monza nonostante le giornate storte di Cuttino, Antonijevic e Stufi, di fatto metà sestetto. La sconfitta - 2-3 (26-28, 25-20, 22-25, 27-25, 10-15) - frena l’ipotesi di striscia vincente delle ragazze di coach Gaspari che ora dovranno azzerare e presentarsi a Chieri già mercoledì con la dose di rabbia che serve per fare lo scalpo al sestetto piemontese. 

STARTING SIX
E'Più Pomì Casalmaggiore: Antonijevic, C. Bosetti, Popovic, Cuttino, Carcaces, Stufi, Spirito (L).
Saugella Monza: Skorupa, Orthmann, Danesi, Ortolani, Meijners, Heyrman, Parrocchiale (L).

1 set - avvio fulminante di Casalmaggiore che mette nel mirino Orthmann dai nove metri e sfrutta la scarsa vena di Meijners in difesa per imporre la sospensione a Dagioni sul 4-0. Le rosa rallentano, specie in contrattacco, e l'ace di Meijners scrive il 7-6 mentre Skorupa prende confidenza mandando a farfalle il muro casalese. La seconda linea brianzola regala parecchio (12-9) ma Casalmaggiore rende il favore con il muro subito da Cuttino (12-11) prima che sia la stessa americana a farsi perdonare con l'ace che manda nuovamente avanti le rosa (14-11). Il set sembra scivolare verso quota 25 senza scossoni con Monza che attacca con discreto profitto ma è di una fragilità disarmante in seconda linea. Gaspari ferma i giochi sul 19-17 ed al rientro il canovaccio è lo stesso: rosa avanti (22-18), Monza a contatto (22-20) prima che il punto più brutto del set prenda la via di Casalmaggiore (23-20) indirizzando apparentemente il parziale. Bastano due palloni che Antonijevic sceglie inspiegabilmente di affidare a Cuttino da seconda linea per rischiare di gettare all'aria un parziale dominato con tre errori consecutivi a valere il 23-24 (primo vantaggio ospite). Le rosa hanno la forza di tornare avanti (25-24) ma è ancora Cuttino a cestinare tutto con due errori consecutivi che regalano a Monza il 26-28.

2 set - Gaspari manda in campo Scuka per Cuttino e nonostante Monza provi a sfruttare il momento favorevole (2-0) le rosa riprendono il filo del discorso sfruttando le innumerevoli fragilità ospiti per il 7-4 che vale il cambio Mari-Meijners. Casalmaggiore resta avanti ma al primo scricchiolio crolla con Antonijevic che passa la paletta a Camera sul 10-12. La palleggiatrice ex Novara mette ordine, Monza ci mette abbondantemente del proprio ed ecco che il 16-14 è la logica conseguenza. Meijners e Orthmann devono aver sbagliato maglia tanti sono i regali che fanno a Casalmaggiore e sul 17-14, ace nella zona di conflitto tra le due schiacciatrici, Dagioni ferma i giochi. Il set si trasforma in una gara a chi fa peggio ed il merito della E' Più Pomì è quello di trovare il proprio equilibrio con Camera brava a variare il gioco senza soluzioni cervellotiche che portano le padrone di casa sul 23-20. Bosetti certifica la supremazia casalese con il 25-20 dell'1-1.

3 set - Casalmaggiore sembra aver superato la crisi con Camera che distribuisce in maniera intelligente e precisa, l'attacco che evidenzia tutte le lacune della formazione brianzola e Dagioni che ferma i giochi sull'eloquente 10-5. Il margine si dilata sino al 12-6 e si potrebbe presumere di andare in contro ad un set tranquillo ed invece sul più bello le rosa sprecano tutto con Camera che fatica a trovar la palla giusta al centro e Carcaces che non può fare pentole e coperchi. Monza riapre il set (13-13) con Mari per una  disastrosa Orthmann. La crisi è totale tanto che Gaspari riporta in campo la diagonale di palleggio titolare ma la depressione rosa sembra incurabile e sul 15-17 (11-3 di parziale) esaurisce le sospensioni. In campo si torna a masticare pallavolo di bassissimo livello ma va bene a Monza che ha il vantaggio e pur regalando ancora se lo tiene con l'ace di Squarcini (19-22) a valere l'allungo potenzialmente letale. Casalmaggiore si spinge sul 21-22 ma ulteriori ed inescusabili errori valgono il 22-25 dell'errore in battuta di Popovic. 

4 set - Casalmaggiore, ancora una volta, cancella gli errori e riparte bene con Carcaces (6-2) ma presto emergono le falle di una giornata senza stabilità con Monza che dai nove metri si guadagna il break che la riporta in partita (7-7). La E'Più Pomì fatica in attacco con Monza che, nel frattempo, con Mari e soprattutto Parrocchiale, aggiusta la seconda linea per il 13-15. Il rientro del binomio Antonijevic-Cuttino produce l'ennesimo errore capitale sul 15-17 consentendo a Squarcini di pescare l'ennesimo ace per il 15-19 ospite che esaurisce le sospensioni di Gaspari. Monza sembra avviata verso i tre punti ma nel momento più difficile Casalmaggiore piazza un paio di difese buone che Carcaces capitalizza nel 23-22 che rianima il PalaRadi. E' Carcaces contro tutti per il 24-23 e, dopo l'errore di Scuka al servizio, per il 25-24. La pipe della cubana vale il 26-25 e l'errore di Mari rimanda il verdetto al tie break.

TIE BREAK - avvio traumatico per Casalmaggiore (1-5) con Bosetti in debito e sulle gambe, ma come sempre ci pensa Carcaces a togliere le castagne dal fuoco con i colpi che riavvicinano Casalmaggiore prima del cambio campo sul 5-8 dell'errore di Cuttino. L'ace di Carcaces restituisce speranze alle padrone di casa sull'8-9 con Bosetti tornata a picchiare. Le rosa non riescono mai ad agganciare e Ortolani regala quattro match point sul 10-14 prima che l'ace di Bonvicini chiuda i conti sul 10-15.

17 Novembre 2019