il network

Lunedì 14 Ottobre 2019

Altre notizie da questa sezione


CALCIO SERIE B

La Cremonese piega l'Ascoli

Grande partita dei grigiorossi, decide un gol di Soddimo, Ravaglia stoico

La Cremonese piega l'Ascoli

CREMONA (30 settembre 2019) - Prova maiuscola della Cremonese che piega 1-0 l'Ascoli e trovando quella vittoria che potrebbe rappresentare una svolta nella stagione dei grigiorossi. Primo tempo eccezionale della squadra di Rastelli (che indovina le mosse) che trova il gol (spendido) con Soddimo e sfiora il raddoppio in tantissime occasioni. Nel secondo tempo l'Ascoli prova a rimetterla in bilico, ma la Cremonese resiste e oltre alla tecnica mette in campo anche il cuore e la testa. Ravaglia uomo simbolo in questa fase, stoicamente in campo nonostante le tre botte subite nel corso del match. Su una presa alta, l'ennesima, del portiere termina anche il lunghissimo recupero di dieci minuti. Tutto sotto gli occhi dell'ex Gaetano Castrovilli, ex grigiorosso e oggi stella della Fiorentina. Domenica allo Zini arriva il Cittadella.

LA PARTITA

  • Finisce 1-0 per la Cremonese
  • 100' ennesima provvidenziale uscita di Ravaglia
  • 98' Valzania a terra, l'arbitro ferma il gioco, probabile un prolungamento del recupero che già era stato portato a nove minuti
  • 96' altra ripartenza della Cremonese: Mogos va al tiro da fuori area, traiettoria sbilenca
  • 93' l'Ascoli ci prova, cross di Brosco e Ravaglia in uscita evita qualsiasi problema
  • 90' otto minuti di recupero
  • 90' cambio Cremonese: Ravanelli per Claiton
  • 88' altro colpo per Ravaglia, il terzo, in uscita e il portiere della Cremonese resta ancora una volta a terra. Problemi anche per Claiton rimasto coinvolto nello scontro. Il difensore non ce la fa, Ravaglia resta stoicamente in campo
  • 87' occasione per la Cremonese: Renzetti mette un bel pallone per Mogos che devia di testa, palla sul fondo
  • 86' ammonito Da Cruz (Ascoli)
  • 83' ripartenza della Cremonese, palla ad Arini che prova da fuori ma manda alto
  • 80' cambio Cremonese: Ciofani per Soddimo
  • 77' cambio Ascoli: Laverone per Pucino
  • 76' Ascoli avanti con Chajia che si accentra e calcia alto da fuori area
  • 74' si rialza Ravaglia che resta in campo tra i cori di sostegno dello Zini
  • 72' scontro violento tra Ravaglia in uscita e Brosco sugli sviluppi di un angolo per l'Ascoli: Ravaglia (che già nel primo tempo si era scontrato con Padoin) resta a terra, mentre Brosco pian piano si rialza
  • 69' cambio Cremonese: Palombi per Ceravolo
  • 63' ammonito Gravillon (Ascoli)
  • 60' Ninkovic non è per nulla contento di lasciare il campo, sguardo truce durante il lento avvicinamento al bordo del campo e poi se la prende con lo schienale della poltroncina della panchina riempiendolo di pugni 
  • 60' cambio Ascoli: Chajia per Ninkovic
  • 58' ammonito Caracciolo (Cremonese)
  • 58' Soddimo entra in area da destra, calcia di sinistro e blocca Leali: Cremonese di nuovo pericolosa
  • 57' azione insistita della Cremonese, la difesa dell'Ascoli balla ma non crolla: due cross in area da destra e da sinistra, ma i grigiorossi non trovano la zampata giusta
  • 51' Ascoli vicino al pareggio: Da Cruz galoppa a destra, centra per Rosseti che è libero al centro dell'area e manda clamorosamente alto
  • 50' bellissima ripartenza della Cremonese, Ceravolo disorienta Brosco e calcia alto di sinistro
  • 46' subito grossa opportunità per la Cremonese; cross di Soddimo, Ceravolo sul primo palo con una splendida girata esalta i riflessi di Leali che leva letteralmente la palla dall aporta
  • Secondo tempo Si riparte con Rosseti al posto di Ardemagni al centro dell'attacco dell'Ascoli
  • Cambio Ascoli: Rosseti per Ardemagni
  • Fine primo tempo Grande primo tempo della Cremonese che dopo aver subito l'Ascoli nei minuti iniziali ha progressivamente preso in mano le redini del gioco fino a diventare padrona assoluta del campo. Spettacolare la rete di Soddimo che fin qui decide il match e numerose altre occasioni per i grigiorossi
  • 45' tre minuti di recupero
  • 40' cerca di rispondere l'Ascoli con un cross di Pucino sul quale Ardemagni cerca la spettacolare deviazione in rovesciata senza però trovare il pallone
  • 37' ancora Cremonese e ancora Soddimo: la sua girata dal centro dell'area è preda di Leali
  • 36' spinge la Cremonese: tentativo velleitario di Mogos con un tiro da 35 metri ampiamente fuori
  • 31' punizione per la Cremonese dal lato corto sinistro dell'area: sul pallone va Soddimo che prova il tiro a rientrare sul palo lontano, ma il pallone è alto
  • 26' grossa occasione per l'Ascoli: Ravaglia è bravo, coraggioso e decisivo in uscita su Da Cruz
  • 25' grande intensità della Cremonese in questa fase: colpo di testa di Soddimo alto di poco
  • 23' altra occasione della Cremonese con Leali che si oppone per la terza volta nel giro di un minuto
  • 22' insiste la Cremonese che ha subito l'occasione del raddoppio con Ceravolo (respinta dal portiere) e Mogos (ancora una volta stoppato da Leali).
  • 20' GOL DELLA CREMONESE - Grande gol di Soddimo che punta con decisione la porta, arriva ai 20 metri e lascia partire una bordata che si infila all'incrocio del pali
  • 15' ammonito Arini (Cremonese)
  • 10' occasione Ascoli: fuga di Da Cruz sulla sinistra, palla all'accorrente De'Elia che manda alto
  • 6' tentativo della Cremonese con una conclusione di Valzania bloccata dal portiere. Poco dopo ci prova anche Soddimo di testa, para ancora Leali
  • 5' primi minuti con l'Ascoli in possesso palla
  • Fischio d'inizio
  • IL PERSONAGGIO - Gaetano Castrovilli, ex grigiorosso, è tornato a salutare i compagni dopo lo strepitoso avvio di stagione in Serie A con la maglia della Fiorentina e dopo aver segnato ieri il suo primo gol nella massima serie con il Milan

Gaetano Castrovilli

IL TABELLINO
Cremonese (3-5-2): Ravaglia; Bianchetti, Claiton, Caracciolo; Mogos, Valzania, Castagnetti, Arini, Renzetti; Soddimo (80' Ciofani), Ceravolo (69' Palombi). All. Rastelli. In panchina: Zortea, Migliore, Ravanelli, Boultam, Deli, Ciofani, Palombi, De Bono, Volpe.
Ascoli (4-3-1-2): Leali; Pucino (77' Laverone), Gravillon, Brosco, D'Elia; Cavion, Petrucci Padoin; Ninkovic (60' Chajia), Da Cruz; Ardemagni (46' Rosseti). All. Zanetti.In panchina: Andreoni, Ferigra, Laveroni, Valentini, Piccinocchi, Gerbo, Troiano, Brlek, Rosseti, Chajia, Lanni, Novi.
Rete: 20' Soddimo.
Arbitro: Pezzuto.
Note - Ammoniti Arini, Caracciolo, Gravillon, Da Cruz

LA CLASSIFICA: Empoli p.14; Salernitana 13; Ascoli e Benevento 12; Crotone, Perugia e Entella 11; Cremonese 10; Pisa e Cittadella 9; Pordenone e Venezia 8; Chievo e Pescara 8; Frosinone 5; Spezia, Livorno e Trapani 4; Cosenza 3; Juve Stabia 1

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI FOTO E VIDEO

06 Ottobre 2019

Commenti all'articolo

  • giuseppe

    2019/10/01 - 09:09

    Vorrei solo ricordare che allo Zini Castrovilli veniva fischiato e che il grande staff tecnico nostrano gli preferiva Perrulli !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! e che i grandi Padroni non hanno voluto spendere 1 Milione per acquistarlo a titolo definitivo (la scorsa estate lo avrebbero potuto vendere almeno a 10 milioni) ............altro??? E' GIUSTO NAVIGARE TRA C E B CON QUESTI PERSONAGGI

    Rispondi

    • Mino

      2019/10/01 - 11:11

      @Giuseppe3. ... finanziario. Con 1milione la Cremo' avrebbe potuto acquisatre almeno 3 giocatori di ottimo livello (come infatti avvenuto con Ceravolo, Ciofani e Palombi) considerando l'ventualita' negativa per infortunio che avrebbe decrementato l'investimento, vedi Montalto, Mukulu, Longo e Radunovich (sic?). Inoltre, cio' che io considero due errori: l'esonero di Tesser e la cessione di Cavion.

      Rispondi

    • Mino

      2019/10/01 - 11:11

      @Giuseppe 2. ... espiatorio per non assumere un nuovo allenatore che avrebbe comportato un esborso economico non indifferente per il fatto di avere 3 allenatori a libro paga allo stesso tempo (Mandorlini, Rastelli ed il nuovo coach). Ammesso, e non concesso, che la Fiorentina fosse disposta a cedere Castrovilli per 1milione, il ragionamento della Societa' e' stato ancora una volta economico-

      Rispondi

    • Mino

      2019/10/01 - 11:11

      @Giuseppe. Condivido il tuo commento, ma purtroppo la politica della Cremo' e' spendere il meno possibile anche a scapito di miglioramenti tecnici che avrebbero incrementato gli investimenti. Cosa peraltro successa durante lo scorso campionato quando la societa' fu chiamata a decidere la riconferma di Rastelli o meno. La Societa' decise per la criticita' di Rinaudo che venne sacrificato come capro

      Rispondi

    • Mino

      2019/10/01 - 11:11

      @Giuseppe. Condivido il tuo commento riguardo a Castrovilli. Ma, in primo luogo, non mi meraviglierei piu' di tanto poiche' la politica della societa' e' quella di spendere il meno possibile anche a scapito di miglioramenti tecnici. Cosa successa durante lo scorso campionato quando si doveva edecidere per la conferma di Rastelli o meno. La societa' decise che non era Rastelli la criticita' ma

      Rispondi

  • simone

    2019/09/30 - 19:07

    Premessa :pur senza nutrire alcun rancore astio o ricordi sportivi negativi di mister Rastelli ed anzi apprezzandone i modi ed i toni di pacatezza quella di questa sera penso sarà la sua ultima sulla panchina della Cremonese salvo che la dirigenza voglia fare karakiri . L'attuale Ascoli ben allenato e con idee di gioco penso che avrà vita facile con una squadra come la nostra al momento priva di gioco e di idee ma sorretta dalla sola improvvisazione e foga agonistica

    Rispondi

    • Mino

      2019/10/01 - 12:12

      @ Simone 2. ... riescono a gonfiare la rete avversaria. Anche contro l'Ascoli, le conclusioni delle punte, gli errori in attacco ed in fase di conclusione sono stati molti e troppi. Il caso ha voluto che Soddimo indovinasse un tiro per togliere le castagne dal fuoco a Rastelli! Senza dimenticare le ammonizioni di Arini e Caracciolo che prima o poi influiranno sulla logistica della squadra. A dopo

      Rispondi

    • Mino

      2019/10/01 - 12:12

      @Simone. Non conosco le ragioni della tua antipatia nei confronti di Rstelli, ma avrai i tuoi motivi. Di fatto anch'io non sono entusiasta dell'attuale "mister" ma tant'e. Di una cosa sono certo, a fine contratto Rastelli non verra' riconfermato. Per il momento San Ravaglia e la fortuna giocano a suo favore. Sorprende il fatto che 3 punte di pregio, raramente

      Rispondi

  • Mino

    2019/09/30 - 13:01

    E' senzazione comune che se questa sera l'Ascoli vince a Cremona, per Rastelli sara' difficile rimanere ancora sulla panchina della Cremo'.

    Rispondi