il network

Mercoledì 16 Ottobre 2019

Altre notizie da questa sezione


1 settembre 1997

Diana, morte sotto i flash

Finita in tragedia la favola della principessa triste

Diana, Principessa del Galles muore in un incidente stradale a Parigi

Nell'incidente perde la vita anche il compagno Dodi

PARIGI—La principessa Diana del Galles è morta verso le quattro di ieri mattina a Parigi per le conseguenze di un incidente stradale avvenuto tre ore prima nella capitale francese e nel quale sono morti anche il magnate egiziano Dodi Al Fayed e l'autista. La loro Mercedes viaggiava a 180 all'ora per sfuggire ai paparazzi ed è andata a schiantarsi contro un pilone in un tunnel. Diana è stata estratta ancora viva dalla macchina ma gli interventi dei medici si sono rivelati inutili. La bara con le spoglie della principessa, avvolta nello stendardo dei Windsor, è stata riportata in patria dalla capitale francese dal principe Carlo e dalle due sorelle di Diana. Il Regno Unito è in lutto, la commozione si è diffusa in tutto il mondo.

Diana è stata curata immediatamente sul posto dai medici giunti a bordo di un'ambulanza. Era gravissima, la violenza dello scontro dell'auto contro uno dei piloni che separano la carreggiata sotto il tunnel del ponte dell'Alma aveva reso inutile anche la protezione degli «airbag».

Trauma cranico, ferite ovunque, ma soprattutto una «gravissima emorragia toracica», che i medici dell'ospedale «La Pitiè-Salpetrierè» hanno cercato di bloccare operando, suturando e infine tentando per due ore un inutile massaggio cardiaco. Lady Diana e morta attorno alle quattro e a darne l'annuncio ufficiale è stato un emozionatissimo ministro degli Interni francese, Jean-Pierre Chevenement.

Sette fotografi che davano la caccia a Lady D e Dodi Al Fayed, sono stati fermati e interrogati. La coppia, che aveva trascorso gli ultimi giorni di vacanza in Sardegna - anche in quel caso giornate movimentate dai fotografi - era giunta sabato pomeriggio a Parigi, cercando di rimanere nascosta. Ma l'hotel Ritz, dove si erano fermati, non è propriamente il luogo più discreto di Parigi e in pochi minuti la voce si è diffusa. Una vera e propria ressa si e scatenata verso le 18,30 sugli Champs-Elysees, dove Diana e Al Fayed erano andati a fare «spese». Dopo una cena al Ritz, i due hanno cercato di uscire alla chetichella con l'auto più potente del parco vetture a disposizione, una Mercedes 600. Niente da fare, un nugolo di paparazzi si è messo sulle tracce della grossa auto, che ha tentato invano di seminarli. Diana e Dodi erano diretti all'«hotel particulier» del miliardario, nell'elegante 16/o arrondissement. Giunti sugli Champs-Elysees, hanno pensato che i veloci sottopassaggi del Lungosenna sarebbero stati di aiuto nella fuga. Ma l'autista ha accelerato troppo, perdendo poi il controllo del veicolo all'imboccatura del tunnel, che oltre alla discesa presenta una curva a sinistra. 

27 Agosto 2019