Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

DOMENICA 8 MAGGIO

Il giorno della mamma, i fiori parlano per noi

Regalarli è un gesto di semplicità che dona sempre calore ed emozioni a chi li riceve

Luca Ugaglia

Email:

redazione@laprovinciacr.it

08 Maggio 2022 - 05:25

Il giorno della mamma, i fiori parlano per noi

CREMONA - Simbolo di amore, passione, speranza e felicità, i fiori raccontano sempre la gioia di vivere. Non a caso qualcuno li ha definiti «i gioielli colorati della natura». Regalarli è un gesto di semplicità che dona sempre calore ed emozioni a chi li riceve. Come le nostre mamme, che oggi, in occasione della loro festa anche nel Cremonese hanno fatto realizzare autentici capolavori agli artisti del pollice verde, che nel gergo tecnico si chiamano florovivaisti.

L'azienda florovivaistica Giordani di Ostiano

Come l’azienda agricola dei fratelli Stefano e Luigi Giordani di Ostiano, che da oltre un secolo con il loro vivaio in via Ponte Oglio, producono e vendono piante e fiori. «I miei due figli Paolo e Marco – spiega Stefano – che collaborano con me e mio fratello, rappresentano la quarta generazione, visto che da ormai 120 anni la nostra azienda familiare si occupa di piante e fiori. Siamo gente abituata a lavorare, non ci fermiamo mai e come ogni agricoltore facciamo i conti alla fine dell’anno, ma purtroppo devo ammettere che sono tempi durissimi. A parte le belle ricorrenze annuali come la festa della mamma, dobbiamo anche noi fronteggiare i problemi dell’agricoltura che oggi sono diventati tanti perché le spese sono alle stelle e la domanda non è più quella di una volta, perché se la gente lavora poco, acquista anche meno. Noi comunque andiamo sempre avanti e proprio in occasione della festa della mamma abbiamo dato il massimo perché noi agricoltori crediamo nella vita e la mamma è il classico esempio della vita».

David Moro e Alessandra Carini della ditta Giardini Sole di Soncino

Nella stessa direzione viaggiano David Moro e la moglie Alessandra Carini, titolari dal 2011 in via Calcio a Soncino della ditta Giardini Sole: «Sono nel settore da 25 anni – spiega David – perché ho ereditato questa passione dalla mia famiglia; ci occupiamo di vendita al dettaglio di piante e fiori e di realizzare giardini, attività quest’ultima che ci impegna molto perché abbiamo una miriade di richieste. Per quanto riguarda la vendita al dettaglio devo ammettere che rispetto agli anni scorsi abbiamo rilevato una contrazione della domanda, per colpa sicuramente della pandemia e della crisi, ma anche del fatto che secondo me è cambiata la cultura, nel senso che le giovani generazioni, tanto per fare un esempio, prima dei fiori preferiscono regalare alle fidanzate lo smartphone, la cena a lume di candela o un viaggio. Comunque non ci possiamo certo lamentare, il lavoro non manca».

Gianluca Mazzolari della ditta Jolly fiori di Robecco

Sempre sulla breccia anche la ditta Jolly Fiori di Robecco, dove in via Cavour dal 1984 Giuseppina Zucchinelli con i figli Ilenia e Gianluca Mazzolari gestiscono un’azienda a conduzione familiare con quattro dipendenti. «Realizziamo giardini, piante da interno e da orto – spiega Ilenia – e tantissimi bouchet come articolo da regalo, allestiamo anche ristoranti per cerimonie e location varie. Noi fortunatamente stiamo andando bene perché anche durante il lock down la coltivazione degli orti e la preparazione dei giardini non si sono mai fermate. Per la festa della mamma, essendo abituati a puntare in alto, partecipando anche a fiere ed eventi del settore, presentiamo proposte alternative raggiungendo un buon livello. Presentiamo bouchet originali e composizioni nelle quali inseriamo anche piante aromatiche e abbiamo oggettistica alternativa perchè siamo sempre alla ricerca di cose nuove».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400