il network

Venerdì 15 Novembre 2019

Altre notizie da questa sezione


VOLLEY A FEMMINILE

È Più Pomì, successo di cuore

Casalmaggiore piega Bergamo al tiebreak. Gara dominata nei primi due set, poi in salita dopo l'infortunio di Bosetti

ÈPiù Pomì, successo di cuore

STARTING SIX

E'Più POmì Casalmaggiore: Antonijevic, C. Bosetti, Popovic, Cuttino, Carcaces, Stufi, Spirito (L).

Zanetti Bergamo: Mirkovic, Samara, Melandri, Smarzek, Mitchem, Olivotto, Sirressi (L).

1 set - avvio scorbutico ed estremamente falloso con Bergamo che forza dal servizio trovando più errori che soddisfazioni e Casalmaggiore che dopo il primo break (5-3) si fa riprendere dal servizio di Mirkovic per il sorpasso ospite. Qualche imprecisione orobica concede l'abbrivio a Casalmaggiore che effettua il contro-sorpasso e allunga con le ottime soluzioni di Carcaces e Cuttino per il 12-9 del time out Abbondanza. La E'Più Pomì prende confidenza ed eccezion fatta per un minimo ritorno di Bergamo, che ha in Mitchem l'attaccante di riferimento, cancella dal set Smarzek e nemmeno il cambio della diagonale avvicina le orobiche, di nuovo da Abbondanza sul 21-17. Il rientro in campo non lascia spazio a rimonte perchè tra muri ed errori ospiti le rosa sprintano verso l'1-0 con Cuttino che firma il 25-17.

2 set - Bergamo cerca la quadratura dai nove metri e la trova in avvio ma Mirkovic fatica oltre il dovuto a liberare i propri attaccanti e finisce in panchina per Prandi con Casalmaggiore che si riprende il vantaggio pur non brillando. Prandi passa la paletta a Mirkovic ed è proprio l'ispirazione della palleggiatrice a cambiare volto al set trovando benissimo Olivotto e Melandri e dando continuità a Loda per il 15-17 mentre il cambio della diagonale di palleggio di Casalmaggiore (sulla seconda linea di Cuttino) non porta vantaggi. Smarzek continua a litigare con la partita, Casalmaggiore ne approfitta e firma un break cruciale per issarsi sul 18-17 prima e con il servizio di Scuka sul 21-17. Bergamo torna a contatto sul 23-21 ma prima un errore di Smarzek al servizio, poi una fast letale di Stufi chiudono i conti mandando la E'Più Pomì sul 2-0.

3 set - Casalmaggiore sembra voler chiudere alla svelta mentre Bergamo dà l'impressione di essere in pieno stato confusionale per l'8-2 di Cuttino. Van Ryk e Samara rilevano Smarzek e Loda ma sono le "laser" di Mirkovic a sorprendere il muro rosa con l'E'Più Pomì in panne che va da Gaspari sull'8-6. Bosetti fa tremare il PalaRadi accasciandosi a terra e la sua distorsione alla caviglia costringe Gaspari a spedire in campo Fiesoli e le rosa a rivedere i propri equilibri. L'inerzia sembra passare di mano perchè le padrone di casa faticano ad assestarsi col nuovo assetto tanto che Scuka rileva Cuttino e Bergamo arriva al 12-10. L'errore delle ospiti è quello di infilare troppi errori nel proprio spartito consentendo alla E' Più Pomì di prender fiato per il 16-11 del time out ospite. Antonijevic toglie le castagne dal fuoco con l'ennesimo tocco di seconda ma le rosa non chiudono i conti e Smarzek, rientrata per Van Ryk trova il 21-19 del time out Gaspari. Casalmaggiore non riesce ad invertire l'inerzia, Bergamo legge bene le uscite di Antonijevic e Mitchem ribalta il set per il 24-26 del 2-1.

4 set - Le padrone di casa sembrano uscire definitivamente dal match con Cuttino che sbaglia ogni scelta e finisce in panchina per Vukasovic mentre Gaspari ha optato per Scuka in quattro con Veglia al centro per Popovic per la regola delle italiane. Carcaces illude per il 9-11 con i colpi dalla seconda linea per il time out Abbondanza ma al rientro le rosa palesano i propri limiti con Cuttino che torna in campo per Vukasovic e Camera che passa la paletta ad Antonijevic sul 13-19. La E'Più Pomì non ne ha più e nonostante qualche colpo di Carcaces cerchi di rianimare le rosa, Bergamo passa all'incasso e trascina la contesa al tie break sul 20-25.

TIE BREAK - Gaspari mischia ancora le carte con Camera in campo riproponendo Popovic al centro e Cuttino in posto due e nonostante Mitchem possa passare sopra a muro le rosa tengono botta pur con qualche errore per il 6-8 del cambio campo. Cuttino sembra condannare Casalmaggiore sul 9-11 ma Carcaces la rianima e manda fuori giri Bergamo che ci mette gli errori di Smarzek per spingere avanti Casalmaggiore sul 13-11. Scuka spedisce in paradiso il palaRadi con il fendente del 15-13.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

31 Ottobre 2019