Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

OFFANENGO

Coim, uno spettacolare sessantesimo

Nello stabilimento offanenghese si è celebrata una grandiosa festa a tema circense per i primi sei decenni del colosso della chimica

Riccardo Maruti

Email:

rmaruti@laprovinciacr.it

30 Aprile 2022 - 21:56

OFFANENGO - Un compleanno-show per celebrare i (primi) sessant’anni di una storia imprenditoriale straordinaria, partita da Offanengo e capace di irradiarsi in tutto il mondo: la Coim, questa sera, ha regalato ad oltre cinquecento invitati - tra dipendenti del plant cremasco e ospiti speciali - una favolosa festa a tema circense. Con equilibristi e giocolieri, attori e performer in costumi sgargianti ad accompagnare con gioia la parte iniziale della serata, prima del grande spettacolo di nouveau cirque portato in scena nello chapiteau appositamente allestito nello sterminato piazzale dello stabilimento offanenghese. È un evento eccezionale quello con cui il patron Francesco Buzzella ha lasciato tutti a bocca aperta per ringraziare l’intera comunità di Coim. Con un messaggio implicito, racchiuso nel titolo della festosa celebrazione: «Alchimia». Un rimando tanto alle formule chimiche che costituiscono l’essenza del business aziendale quanto al gioco tra forza ed armonia, equilibrio e trasformazione che lega le donne e gli uomini del Gruppo Coim. Lo hanno sottolineato sul palcoscenico il sindaco di Offanengo, Gianni Rossoni, e il CEO dell’azienda, Giuseppe Librandi, che ha strappato un applauso ricordando la tenacia e la genialità dei due founder, Mario Buzzella e Cesare Zocchi.


Alla super serata hanno partecipato alcuni dei principali rappresentanti del tessuto economico e produttivo provinciale, come il presidente della Libera Agricoltori Cremonesi Riccardo Crotti, il presidente dell’Associazione industriali Stefano Allegri, il presidente della Libera Associazione Artigiani Marco Bressanelli e il commissario straordinario della Camera di Commercio Gian Domenico Auricchio. Con loro anche tanti imprenditori e manager che hanno legato il proprio nome alla missione di Confindustria, l’associazione che Francesco Buzzella ha presieduto a livello provinciale, prima del recente salto ai piani alti del sistema regionale: tra di loro Umberto Cabini, Maurizio Ferraroni, Valter Galbignani, Massimiliano Falanga e Claudio Benedetti. Anche la politica non ha mancato di rendere omaggio ai 60 anni di Coim con la presenza dell’eurodeputato Massimiliano Salini, dei parlamentari Luciano Pizzetti e Silvana Comaroli, dell’ex consigliere regionale Carlo Malvezzi e del presidente provinciale Mirko Signoroni


Lo stabilimento di Offanengo è stato trasfigurato per l’occasione in un maxi-teatro a cielo aperto: per quinte i fusti metallici che appartengono alla quotidianità dell’azienda e per palco quegli stessi spazi che ogni giorno vengono «abitati» dalle centinaia di dipendenti della Coim. A scandire l’ora dell’aperitivo hanno provveduto i brani di un quartetto dixieland (in rigoroso costume stars and stripes) e una costellazione di performance teatrali dallo spirito magicamente vintage. Come in una gigantesca fiera di paese… di sessant’anni fa. Compresi i banchetti retro, che hanno dispensato leccornie dolci e salate. Poi la parata degli artisti ha accompagnato il pubblico sotto l’enorme tendone. Luci giù e via al grandioso spettacolo di musica, danza e incanto, a precedere la serata conviviale. E a sigillare sei decadi da favola. Pronti per il prossimo giro di giostra.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400